Giardino

Come Coltivare il Carrubo

Cari lettori e appassionati, il carrubo è un albero alto fino a 15-20 metri, con una chioma ampia ed espansa. Il suo nome scientifico è Ceratonia siliqua ed è una specie tipicamente legata al clima mediterraneo che si adatta a sopravvivere al pascolo e agli incendi che troppo spesso ci sono in estate.

Con il suo tronco robusto e irregolare, il carrubo è coltivato per il frutto, tipicamente usato per il foraggio dei cavalli. Viene coltivato anche come pianta ornamentale in parchi e giardini e per le alberature stradali. Una curiosità, da cui ho fatto derivare il titolo di questo post, è che i suoi semi sono di grandezza uniforme, proprio per questo motivo, vennero usati dai gioiellieri come unità di peso per le pietre preziose: la parola “carato” deriva dal reco keration, cioè carrubo.

La corteccia del carrubo è bruno-rossiccia e si presenta come ruvida e fessurata alla base del tronco. Le foglie di questo albero sono sempreverdi e coriacee, con piccole stipole alla base.

Paripennate, le foglie sono composte da 5 paia di foglioline a margine intero, lucide e di colore verde scuro di sopra e bruno rossastre di sotto.
Il periodo della fioritura cade da maggio fino all’autunno successivo.

Lascia un commento