Altro

Come Giocare con il Colore

Vogliamo creare una situazione che permetta ai bambini di manipolare il colore, di modificare se stessi e buona parte dell’ambiente circostante dipingendo e dipingendosi. E’ un’attività di esplorazione globale che evidenzia le tracce lasciate dai movimenti dei bambini.

Il genitore ha il compito di organizzare gli elementi di sfondo dell’attività, durante il gioco ha principalmente una funzione di osservatore partecipante. Non dà nessuna indicazione e interviene solo se necessario lasciando i bambini liberi di sperimentare il colore in piena libertà. Viene utilizzato uno spazio comunque ampio.

Dopo avere liberato lo spazio da ingombri, si rivestono con la carta da pacco grandi porzioni di pavimento e alcune pareti. I bambini potranno scegliere di utilizzare il colore a piacere. L’attività è rivolta ad un gruppo di 4 bambini. E’ opportuno offrire questo tipo di esperienza a bambini che abbiano già conosciuto il colore e che non abbiano timore di sporcarsi.

Questa è un’esperienza col colore in piena libertà ed offre al bambino un’esperienza che lo coinvolge globalmente: il colore sul corpo infatti provoca una doppia percezione visiva e tattile dando sensazioni ed emozioni forti e lo spazio in cui poterlo effettuare deve essere comunque ampia.

Fai da Te

Come Decorare Scatole di Cartone

Se a casa hai una vecchia scatola di cartone, come quelle che contengono bigiotteria, e hai voglia di creare un simpatico porta oggetti rivalutando quel contenitore, segui questa guida davvero facile e veloce. Con un pò di fantasia si possono creare cose utili e belle da vedere.

Occorrente
Scatola di cartone
Colore acrilico tonalità a scelta
Base da lavoro
Tavolozza
Pennello piatto
Sagoma a scelta in sisal
Cordoncino colorato a tema
Filo metallico in ciniglia
Pistola colla a caldo

Per prima cosa devi stendere il colore della tonalità che avrai scelto sulla parte esterna di tutta la scatola con un pennello piatto. Quando si sarà asciugato procedi a fare lo stesso anche all’interno della scatola. Lascia asciugare bene il tutto prima di fissare il filo di ciniglia lungo i bordi del coperchio della scatola.

Fai in modo che il colore del filo e quello della scatola siano intonati e non in contrasto. Per questa procedura aiutati con l’ausilio di un oggetto a mantenere il filo aderente alla scatola mentre procedi ad incollarlo. Cerca di essere veloce. Prendi la sagoma in sisal che avrai scelto, in alternativa ritaglia da un tessuto anche di avanzo una sagoma che ti piace.

Fissa con la colla a caldo il cordoncino lungo la sagoma da te scelta e procedi ad incollare quest’ultima al centro del coperchio della scatola. Per avere un effetto particolare puoi anche stendere il colore sulla scatola utilizzando una spugnetta al posto del pennello, in questo caso già essendo particolare la pittura scegli soggetti e colori semplici da applicare con la colla per rifinire il tutto.

Casa

Trucchi per Pulire Casa

Oggi voglio svelarvi alcuni semplici trucchi per risparmiare tempo e fatica nelle pulizie domestiche, specialmente per quelle che possono sembrare insormontabili quanto le dodici fatiche di Ercole.
Cominciamo dai termosifoni, che con l’arrivo del freddo sono sicuramente uno dei nostri punti di riferimento. Prendete un vecchio manico di scopa e legate con dello spago un vecchio calzino di spugna: usatelo per togliere la polvere che si accumula tra il calorifero e la parete. Poi pulite gli elementi del termosifone con una spugnetta imbevuta in acqua calda e detersivo neutro per piatti.

Passiamo alle tende, che oltre che abbellire casa servono anche a evitare dispersioni di calore all’esterno. Prima di metterle in lavatrice ecco un trucco su come pretrattarle. Mettete le tende banche nel cestello della lavatrice con un bicchiere di aceto e succo di due limoni, e aggiungete una presa di sale grosso. Lasciate la tenda in ammollo per almeno un’ora azionando la funzione risciacquo (acqua fredda) e interrompendola quando il cestello si riempie. Poi fate risciacquare le tende senza centrifuga, e lavate poi le tende con il ciclo che usate abitualmente. Per le tende colorate sostituite la miscela di aceto e limone con un bicchiere di aceto bianco e 3 cucchiai di sale grosso. In questa maniera eliminerete macchie di grasso, polvere e giallori, e ravviverete il bianco o il colore delle vostre tende.

Per quanto riguarda i tappeti, ecco un rimedio per macchie di cibi e bevande. Dopo avere delicatamente tolto i residui con una spazzola, mettete della carta assorbente o del cartone sotto alla macchia e versate un po’ d’acqua gassata sulla superficie sporca. Tamponate per favorire l’asciugatura, evitando di lasciare il tappeto al sole perché favorirebbe il proliferare delle tarme. In ogni caso non usate mai acqua calda: espanderebbe la macchia.

Le pareti. Non ci si pensa quasi mai, a meno che non si macchino vistosamente, ma anche le pareti di casa possono e devono essere pulite. E non sempre è necessario ritinteggiare. Se la tempera o la vernice è lavabile (idropittura), potete passare le pareti con una spugna imbevuta in una soluzione d’acqua e ammoniaca (un cucchiaio per un litro d’acqua). Se le vostre pareti non sono lavabili, allora utilizzate della gomma pane e spolverate poi la superficie per rimuovere ogni residuo. Con la gomma pane potete anche rimuovere lo sporco sulle causato dal calore dei termosifoni.

Se per decorare le vostre pareti avete invece scelto la carta da parati, ecco come farla tornare pulita e splendente. Per le macchie usate 30 ml di sgrassatore universale diluito in un po’ d’acqua e passate la soluzione con un panno ben strizzato. Per la pulizia normale, invece, usate è sufficiente uno straccio in pelle leggermente inumidito. In entrambi i casi ripassate subito dopo con un panno in microfibra asciutto. Se accidentalmente la carta rimane bagnata, usate il getto d’aria fredda del phon per capelli.

Un ultimo consiglio riguarda il secchio della spazzatura. Ricordatevi di lavarlo una volta a settimana con della candeggina, asciugandolo per bene per evitare che rimanga umido. Per garantire maggior igiene mettete poi qualche cucchiaio di bicarbonato sul fondo del contenitore e uno all’interno del sacchetto.

Altro

Come Giocare con i Pezzetti di Stoffa

Per motivare i bambini a muoversi verso la scoperta dei materiali di recupero, come la stoffa che può essere usata da ritagliare e incollare facendo biglietti e lavoretti o anche per giocare, tieniti un cestino a disposizione per i giochi del tuo bambino con tanti ritagli di stoffa che avrai ricavato da vecchi abiti che non usi più e lascialo a sua disposizione, ti darà la possibilità di fare insieme molteplici giochi.

IL GIOCO DELLE SLITTE. I pezzi di stoffa di grandi dimensioni, possono diventare delle slitte o dei “bob”, sopra i quali si siederanno i bambini che verranno trascinati da uno o due amichetti lungo un percorso stabilito in casa come ad esempio un lungo corridoio, stabilisci con loro delle regole, del tipo rispettare il percorso prestabilito, non andare troppo veloci per non far cadere il compagno… e il gioco si svolgerà in modo sicuro e divertente.

IL GIOCO DELLA CACCIA ALLA VOLPE. Con i pezzetti di stoffa più piccola prepara tante belle code da sistemare dietro ad un gruppo di bambini, che diventeranno volpi furbacchione e camminano per il bosco (un grande giardino) liberamente per procurarsi il cibo. ma intervengono alcuni cacciatori che cominciano a rincorrerle e a strappare le code.

Gli ultimi partecipanti al gioco che restano con le code sono proclamati vincitori e assumono il ruolo di cacciatori. Puoi rendere il gioco più piacevole e divertente se inserisci dei brani musicali – finchè suona la musica le code possono essere strappate, quando la musica si ferma i cacciatori rimangono immobili. .

Fai da Te

Come Incartare i Regali

Ecco una guida per incartare i regali in modo ecologico (riciclo è la parola d’ordine!), economico (di questi tempi…!) e, soprattutto, originale e divertente!

Occorrente
Spago
Colla vinilica
Nastro adesivo
Smalti per unghie non più utilizzati
Carte da regalo degli anni precedenti
Riviste
Giornali
Nastrini di bomboniere, cioccolatini, ecc.
Forbici
Colori acrilici o tempere

Un paio di orecchini, una spilla, ecc… A volte quel che ci vuole è una scatolina, magari un po’ particolare, per confezionarli. E vale la pena comprarla?! Ovviamente no! Basta la pagina di una rivista o un cartoncino o un volantino o qualcosa del genere per confezionare una scatolina semplicemente ritagliando e piegando! Come? Così:

Un’altra possibilità è quella di dipingere con i colori a tempere o acrilici dei fogli di giornale (anche in modo semplice e veloce, con una spugnetta, creando delle macchie di colore!), una volta asciutti, spruzzarli di lacca per capelli e lasciar asciugare ancora. Ecco pronta della carta da regalo!

Se il regalo da incartare è più “ingombrante” (un maglione, una borsa, ecc…), prendi una scatola delle scarpe, o una scatola di qualcos’altro che sia adatta alle dimensioni del regalo, donale un tocco di colore (come per i giornali), e poi, in aggiunta puoi incollare delle immagini ritagliate da riviste, oppure saltando la parte del colore, ricoprire direttamente la scatole con le immagini ritagliate dalle riviste!
Adesso passiamo alle decorazioni del pacchetto! Puoi “infiocchettarlo” utilizzando dello spago (che puoi colorare con smalti per unghie che non utilizzi più), oppure con nastrini presi dalle confezioni delle bomboniere, o dei cioccolatini! Un’idea carina e originale può essere quella di utilizzare come chiudipacco un bigliettino fatto a mano, o dei bottoni, o dei fiori finti.