Giardino

Come Coltivare la Feijoa Sellowiana

Si tratta di un arbusto sempreverde originario delle aree dell’america meridionale, si adatta perfettamente e viene coltivato in Africa e in Australia, in Italia si coltiva perlopiù nelle zone meriodionali del paese. Il portamento di questa pianta è piuttosto arrotondato, e la pianta è dotata di una folta ramificatura, che cresce lentamente.

La corteccia è di colore grigio chiaro e risulta liscia al tatto, mentre i nuovi germogli sono spesso pubescenti; presenta foglie spesse, di colore verde chiaro, lucide e con l’aspetto del cuoi. Sono foglie di colore argenteo nella pagina superiore, hanno una forma ovale, e sono dotato di un corto picciolo.

Durante la primavera inoltreta, la Feijoa produce grandi fiori di colore bianco rosato, con lughi stami del colore del corallo; in estate ai fiori fanno seguito i frutti. Sono lunghi fino ad otto centimetri e sono di forma allungata; il colore è verde o talvolta è giallo arancio: sono commestibili e maturano facilmente nelle zone più calde della penisola italiana.

Riguardo alle innaffiature, vi consiglio di innaffiare in modo regolare, in particolar modo durante il periodo della fioritura, lasciando asciugare bene il terreno tra due innaffiature consecutive. Gli arbusti di questa pianta possono sopportare con successo periodi di siccità, ma carenze troppo prolungate causano la caduta dei fiori e dei frutti. Vi suggerisco di aggiungere concime universale all’acqua delle innaffiature, tra il mese di marzo e ottobre, e di somministrare questa acqua arricchita di concime soltanto una volta al mese.
Quando la mettete a dimora, fatelo in un terreno ben drenato e con un Ph che tende all’acidità. Ricordate che la Feijoa preferisce i terreni freschi.

In primavera avviene la moltiplicazione per seme; noterete delle differenze tra la pianta madre e quelle di nuovo germoglio. La primavera è indicata per fare talee di questa pianta, prelevandole dai rami più forti e più giovani.

Lascia un commento