Fai da Te

Come Montare Saliscendi Colonna Doccia

Il saliscendi colonna doccia è un dispositivo che da il vantaggio di poter usufruire, tramite un unica uscita dell’acqua, sia del classico doccino, che del soffione per poter fare una doccia in modo integrale. Si può quindi sfruttare il ‘padellone’ senza dover chiamare un idraulico che crei una seconda uscita dal muro.

Occorrente
Trapano
Set chiavi a brucola
Cacciavite o avvitatore
Chiave inglese

Un saliscendi colonna doccia è un ottima alternativa al classico saliscendi dotato di un solo getto per l’uscita dell’acqua. Nell’ acquistare questo tipo di prodotto ti consiglio di osservare se l’asta è in ottone e non in plastica e soprattutto se il doccino ed il soffione sono caratterizzati dal sistema anticalcare.

In primo luogo monta l’asta del saliscendi colonna doccia. Solitamente i due fermi che caratterizzano il saliscendi sono regolabili. Una volta stabilito i punti dove montare il prodotto, con il trapano procedi facendo i fori. Il modo di montare i due fermi variano da modello a modello. In genere si usa un semplice sistema di bloccaggio grazie alla chiave a brucola.

Solitamente ci sono delle placche che vengono posizionate al muro tramite le viti, sfruttando i fori appena fatti. Porta l’asta al muro e posiziona i due fermi in corrispondenza delle placche. Quest’ultime entrano dentro i fermi e blocca quest’ ultime tramite le viti a testa cava esagonale grazie alla chiave a brucola.

Nella parte inferiore dell’asta c’è da installare un deviatore. Si avvita semplicemente con le mani. Se vuoi per stringere meglio puoi usare la chiave inglese. Collega poi i due flessibili. Un flessibile si collega all’uscita dell’ acqua posta sul muro. L’altro flessibile si collega al doccino. I flessibili si avvitano come il deviatore. Quando aprirai il miscelatore, con il deviatore, puoi deviare il flusso o al doccino o al soffione grande. Il doccino solitamente è appeso tramite un supporto all’asta.

Casa

Come Mantenere Nuovi i Jeans

Il jeans è un capo che piace a tutti. Sicuramente anche tu avrai quello che ti piace particolarmente, quello che vorresti poter indossare il più a lungo possibile.. Spesso questo non si verifica, semplicemente perchè il jeans perde vitalità, colore, ed interesse. Ecco allora che, seguendo semplici accorgimenti, puoi evitare il più possibile il verificarsi di questo evento.

Non è per nulla complicato tenere come nuovi un paio di jeans cui tieni particolarmente. Certamente saprai che una delle fasi in cui questo capo soffre di più è quella del lavaggio, per cui vediamo un pò come puoi comportarti. Innanzitutto quando lavi il tuo jeans, non metterlo in lavatrice cosi com’è, bensì a rovescio, in modo che l’operazione di lavaggio non ne provochi l’usura.

Se malauguratamente, il tuo jeans ha già perso il suo colore, e vuoi ravvivarlo, puoi farlo una volta che acquisterai (tu o un componente della tua famiglia) un jeans con la stessa colorazione. Al primo lavaggio, infatti, è normale che un jeans depositi del colore. Bene.. se inserisci in lavatrice il tuo jeans, insieme a quello nuovo, vedrai che il colore che si stacca dall’uno va a depositarsi sull’altro, ravvivandone l’aspetto.

Infine, se qualche volta ti capita di macchiarti di fango, non cercare assolutamente di grattarlo via. In questo modo rischi soltanto che, una volta tolta la macchia, rimanga un antiestetico alone scolorito. Attendi invece di rientrare a casa e procedi come segue: poni il jeans sotto l’acqua corrente del rubinetto, e nel frattempo riempi una bacinella di acqua, e versaci dentro un quarto di tazza di ammoniaca, ed un quarto del tuo detersivo preferito. Immergici il jeans e lascialo in ammollo per tutta la notte. Il mattino successivo effettua il lavaggio come al solito, e le antiestetiche chiazze dovrebbero essere scomparse, senza lasciarsi dietro spiacevoli strascichi.

Fai da Te

Come Realizzare una Coccarda Riciclando una Rivista

Qui di seguito trovate il modo per trasformare le pagine di una vecchia rivista in coccarde ecologiche con cui decorare i vostri regali. Tutto cio’ che vi serve sono una vecchia rivista, possibilmente molto colorata, un paio di forbici, una cucitrice o del nastro bi-adesivo, della colla vinilica o colla di riso. Tagliate in verticale una pagina della rivista in nove strisce. Tenete le prime tre della loro lunghezza ed accorciate man mano di circa quattro centimetri le strisce successive diminuendo la lunghezza di tre in tre. L’ultima striscia deve poi essere la metà della penultima.

Attorcigliate ogni striscia per formare un cappio e fissatelo nel centro. Per il fissaggio potete in alternativa utilizzare un punto di pinzatrice, oppure il nastro biadesivo o la colla. A questo punto non vi resta che sovrapporre a raggiera le altre strisce di carta dopo averle attorcigliate. Fissatele tutte nel mezzo, singolatmente ed una con l’altra. L’ultima striscia, la piu’ corta, sara’ da inserire nel mezzo della coccarda e formere’ un vero e proprio anello. La coccarda fai da te e’ pronta per essere applicata sui vostri regali.

Casa

Come Fare Durare i Tappeti

Nelle nostre case, oltre alla mobilia, alle tende ed ai lampadari, un posto importantissimo è occupato dai tappeti. In commercio si possono acquistare tappeti di tutti i tipi, di tutti i colori e di tutti i prezzi ed è difficile per noi donne resistere alla tentazione di possederne almeno un paio in casa, il guaio poi, però, è la loro manutenzione, specialmente per i più preziosi.

Se possiedi dei tappeti sintetici puoi tranquillamente lavarli come preferisci in quanto di solito non si rovinano con i lavaggi ad acqua.
Se invece hai dei tappeti di valore e vuoi mantenerli nel tempo, devi lavarli almeno una volta ogni tre anni. Per lavarli senza alcun danno, un metodo antico e collaudato è quello di usare della NEVE.

Se vuoi provare questo metodo agisci nel modo seguente: stendi il tappeto, prima battilo e poi strofinalo con della neve che penetrerà tra i suoi peli lavandoli e facendoli diventare pulitissimi; ripeti l’operazione fino a quando la neve non risulterà pulita dopo essere stata a contatto più volte con il tappeto.

Se dopo il lavaggio, il pelo del tappeto non dovesse risultare morbido, spazzolalo e la spazzolata gli farà recuperare la morbidezza che aveva prima.
Non usare schiume a secco perchè non lavano a fondo il tappeto e quindi non riescono a togliere la polvere che si annida alla base del pelo.
Se decidi di rivolgerti a ditte specializzate chiedi loro, oltre alla pulitura, di fare anche un trattamento antitarme.

Fai da Te

Come Montare un Soffione Luminoso per Doccia

Volete dare un tocco particolare al vostro bagno? Non sapete come fare? Allora potete iniziare leggendo questa guida che vi insegna passo per passo come montare un soffione doccia a led che vi permetterà di rendere la luce della vostra doccia colorata.

Occorrente
Chiave inglese
Soffione per doccia a led
Silicone trasparente
Guanti

Per prima cosa dobbiamo acquistare il soffione per doccia a led. Per farlo è sufficiente recarsi presso un negozio di articoli per bagno oppure se volete risparmiare qualche euro potete acquistare il soffione su internet. Prima dell’acquisto verificate che le dimensioni siano esatte per l’attacco della vostra doccia.

Ora prendiamo la chiave inglese e svitiamo il vecchio soffione girando in senso antiorario il bullone che lo ferma (prima di fare questo procedimento chiudiamo completamente l’acqua dalla manopola principale che abbiamo in casa). Rimosso il bullone tiriamo il soffione verso di noi per sganciarlo dalla sua sede.

Prendiamo il nuovo soffione e posizioniamolo nella posizione in cui era il precedente. Sempre con la chiave inglese avvitiamolo in senso orario fino a fissarlo completamente. Se volete potete chiudere la guarnizione con del silicone. Non ci resta che provare il tutto. Sicuramente sarete soddisfatti di vedere la vostra doccia che tira fuori acqua “colorata”.